Buono a sapersi

L'autovalutazione è uno strumento importante che ti permette di verificare l'idoneità alla guida. Ci sono anche altri aspetti che contribuiscono a incrementare la tua sicurezza e quella degli altri.

Mobilità a lungo termine

Guido la macchina da tanti anni. Cosa posso fare per aumentare la mia sicurezza e quella degli altri?

Anche i conducenti esperti possono fare molto per prevenire gli incidenti. Ecco i consigli più importanti.

  • Allaccia sempre la cintura e posiziona correttamente i poggiatesta: all'altezza della sommità del capo e il più vicino possibile alla nuca.
  • Evita gli spostamenti che reputi stressanti, ad esempio durante gli orari di punta o all'imbrunire e di notte.
  • I veicoli, le strade e le regole della circolazione cambiano in continuazione. Può quindi essere utile seguire un corso di aggiornamento. Diverse organizzazioni propongono corsi specifici per le persone anziane.
  • Fai regolarmente l'autovalutazione, noi ti consigliamo di ripeterla una volta all'anno.
  • Non metterti al volante se sei stanco, hai assunto farmaci che compromettono la capacità di guidare o non ti senti sicuro.
  • Presta attenzione a quel che ti dicono le persone che viaggiano insieme a te.

Visita medica

In base ai risultati dell'autovalutazione dovrei sottopormi a una visita medica. Come posso assicurarmi che il medico capisca le mie preoccupazioni e tenga conto delle mie esigenze?

È importante prepararsi bene all'appuntamento. Ecco alcuni consigli.

  • Considera il rapporto con il tuo medico un rapporto da pari a pari. Il tuo compito è fare domande attivamente ed esprimere le tue preoccupazioni. Il suo compito è ascoltarti e capire quali sono le tue esigenze.
  • Prima dell'appuntamento, annota le tue domande su un foglietto che porterai con te il giorno della visita.
  • Fatti accompagnare da una persona di fiducia che sia di supporto.
  • Hai dei dubbi? Non avere paura di esprimerli.
  • Dai prova di apertura con il tuo medico affinché possa sostenerti nel miglior modo possibile. Tutto quello che gli dirai è coperto dal segreto professionale. Se lo ritengono necessario, i medici sono tuttavia autorizzati a informare l'ufficio della circolazione stradale.
  • Prendi appunti. Chiedi al medico di mettere per iscritto le informazioni importanti.

Corsa di controllo con una o un consulente di guida

Desidero accertare la mia idoneità alla guida per la mia sicurezza e per quella degli altri. Tuttavia ho paura che mi venga ritirata la patente. Come devo comportarmi?
  • Sottoporsi a un test non significa necessariamente perdere la patente. Fissa un appuntamento per una corsa di controllo con una o un consulente di guida, preferibilmente in un'autoscuola specializzata per persone anziane. Prendi atto dei risultati con spirito autocritico.
  • Se i risultati evidenziano difficoltà di guida, adegua le tue abitudini in modo da rendere gli spostamenti il più sicuri possibile e conservare la patente. La persona con cui fai la corsa di controllo può darti utili consigli.
  • Preparati però anche all'eventualità di dover rinunciare definitivamente a guidare per proteggere te stesso e gli altri da gravi incidenti.
  • Per trovare una o un consulente di guida nella tua regione: https://seniordrive.ch/fahren-im-alter/

Alternative per non dover guidare

Ci tengo a mantenere la mia autonomia, ma vorrei guidare il meno possibile o rinunciarvi del tutto.

A seconda di dove abiti, di dove vuoi andare e di come cammini, hai diverse possibilità per spostarti senza macchina:  

  • Tram, bus, treno: puoi chiedere l'orario all'azienda di trasporto o consultarlo online.
  • Taxi e taxi a chiamata: informati per sapere dove si trova la fermata di taxi più vicina (elenco telefonico, internet).
  • Servizi di trasporto: esistono anche servizi di trasporto come quello offerto dalla Croce Rossa Svizzera o da Pro Senectute, che generalmente sono più convenienti del taxi.
  • Programmi di mobilità collettiva: in alcune regioni sono stati lanciati programmi di mobilità collettiva destinati alle persone anziane che tengono conto dei loro bisogni particolari.
  • Privati: tra i tuoi familiari, amici o vicini c'è sicuramente qualcuno disposto a darti un passaggio, ma forse ti risulta difficile chiederlo. Perché non proponi loro di pagare la benzina o li inviti a pranzo per sdebitarti?
  • A piedi o in bicicletta: se la salute te lo permette, puoi spostarti anche a piedi o in bicicletta, una soluzione che, tra l'altro, fa bene alla salute e mantiene in forma.

Mobilità a lungo termine

Per ora sono in grado di guidare, ma la situazione potrebbe cambiare. Voglio potermi spostare anche in futuro senza problemi.

Effettivamente è meglio prepararsi in anticipo all'eventualità di dover rinunciare alla patente. Qui di seguito trovi alcuni consigli.

  • Assicurati regolarmente di essere in grado di guidare in sicurezza. La situazione può cambiare rapidamente. L'autovalutazione della capacità di guida può fornirti prime indicazioni, anche se la perdita di determinate capacità deve sempre essere valutata da un medico o da un altro specialista.
  • Fai pratica a sufficienza, anche se tendenzialmente lasci che sia un'altra persona a guidare. Questo ti permetterà di destreggiarti in modo più sicuro nel traffico.
  • Se acquisti una macchina nuova, scegli un modello dotato di assistente alla frenata d'emergenza, assistente di cambio corsia (assistente dell'angolo morto) e di una telecamera di retromarcia.
  • Se prevedi di cambiare casa, assicurati che vi siano possibilità di trasporto alternative. C'è un'offerta di bus, tram o taxi per evitare di dover guidare di notte o in condizioni di cattivo tempo? Nelle vicinanze ci sono familiari o amici che potrebbero darti una mano?
  • Ogni tanto usa il taxi, il tram, il bus o il treno per acquisire dimestichezza con questi mezzi nel caso in cui un giorno dovessi averne bisogno.

Aiutare altre persone

Conosco una persona anziana che ha sempre più difficoltà a guidare. Come posso aiutarla?

Se ti rendi conto che una persona anziana ha difficoltà a guidare, dovresti parlargliene apertamente. Certo non è facile, ma per lei è un'informazione molto utile. Ecco alcuni consigli.

  • Chiedi al coniuge, al partner o agli amici della persona interessata se anche loro si sono accorti della sua insicurezza al volante. Cercate insieme il modo migliore per affrontare il tema.
  • Parla dell'autovalutazione della capacità di guida e proponi a questa persona di farla, magari insieme.
  • Organizza una consulenza con un coach specializzato: https://seniordrive.ch/fahren-im-alter/
  • Chiedi ogni tanto se puoi darle un passaggio.
  • Se l'insicurezza alla guida di un tuo familiare ti preoccupa, puoi informare il medico e chiedergli di affrontare il tema al prossimo appuntamento.
  • Incoraggia la persona a guidare sempre meno e a cercare soluzioni alternative.